La storia

Monza, Piazza San GerardoIn un angolo anonimo di piazza San Gerardo a Monza attraverso un’altrettanto anonimo portoncino modello “trani milanese" anni ’60 scopriamo il caratteristico ristorante “L’Hostaria l’Angolo del Beato”, un luogo la cui atmosfera è ormai difficile anche da immaginare.

Circondati da fast-food e tramezzini mordi e fuggi, l’Hostaria l’Angolo del Beato diventa un locale dove riconciliarsi con i piaceri della buona cucina e dello “star bene a tavola”; dal “Beato” si respira un’atmosfera domestica di cordiale accoglienza dove poter gustare una serie di piatti tipici della cucina Sarda e Brianzola.

Racconta Ettore Cocco,il patron, "… quando sono arrivato io nel ’90 questo era il circolo della chiesa … poi tra un piatto di pasta e qualcosa di veloce per i clienti più affezionati ecco nascere dall’esperienza e dalla volontà di chi per anni ha lavorato nelle cucine di rinomati ristoranti come il Savini ed il Biffi di Milano, e gestito in seguito tantissimi altri locali, ecco nascere dicevamo, l’Angolo del Beato.

Oggi il suo locale è anche meta di numerosi personaggi dello spettacolo e dello sport, ma la cordialità e la discrezione di Ettore Cocco mettono a proprio agio tutti i commensali che vedono nella sua semplice e simpatica figura non solo il gestore ma, soprattutto, quella di un suggeritore e amico che non ti lascia il menù sul tavolo ma ti aiuta a scoprire i gusti dei nostri nonni.

Ama ripetere Ettore "… per me tutti i clienti sono uguali,l’importante e che stiano bene e trascorrano una serata piacevole. Perché la tavola è un rito, un momento di aggregazione oltre che di gioia per il palato."

Con il prezioso aiuto della moglie, il figlio Manuel e la figlia Raffaella, oltre alla buona cucina troverete anche una notevole serie di vini doc provenienti dalle più prestigiose zone di produzione.